Le pagelle della Malesia

Che gara …

Normalmente le gare svolte sotto l’acqua presentano fasi diverse, evidenziate dallle prestazioni non costanti dei vari piloti. La macchina più veloce può esssere dopo pochi giri la più lenta, se cambiano le condizioni climatiche. E i valori espressi nelle gare precedenti risultano completamente sfalsati.

In Malesia le cose erano iniziate molto diversamente: una Mclaren in palla lasciava prevedere un duello tra comapagni di squadra. E visto il risultato di 7 giorni fà, m aspettavo scintille. Avrebbe avuto ragione la guida aggressiva di Lewis, oppure il miglior rendimento di Jenson avrebbe avuto la meglio? E il nonno Schumacher?

Continua a leggere


Le pagelle d’Australia

Ma dai! Niente Redbull sul gradino più alto. E non avrei scommesso sul secondo posto…

Di solito durante i test invernali si riesce ad intravvedere i valori delle nuove vetture, e quest’anno, vuoi per l’abitudine di guardare gli scarichi dei bibitari (è l’unica cosa visibile per gli avversari…), vuoi per la crisi mondiale (avete notato che gli sponsor tabaccai sono stati sostituiti dai bibitari?  Ma sembra che portino meno soldi…) mi aspettavo di trovare a Melbourne soprattutto un riavvicinamento tra i big, ma ancora a rincorrere Vettel. E invece ci sarà divertimento.

Bando alle ciance, e andiamo ai numeri!

 

Continua a leggere


Le pagelle del Belgio

Eh si, ad un certo punto ci avevo sperato… ma i freddi numeri che il monitor dei tempi acceso alla mia sinistra mi diceva che le cose si sarebbero guastate. Per carità, le cose non sono andate male (per quanto riguarda il cuore), ma a questo punto della stagione, le speranze sono legate a qualche soddisfazione puntuale.

Continua a leggere


Presentazione GP del Beglio

Dopo la pausa estiva, ritornano i motori a rombare, su entrambe le rive dell’Atlantico. Il MotoGP a Indianapolis, e la F1 a Spa-Francorchamps. Continua a leggere


Le pagelle dell’Ungheria

In fatto di macchine da corsa, una settimana di intervallo tra 2 GP non consente alle squadre di preparare molte novità, per cui le prestazioni si equivalgono. Metti che la seconda gara si svolge nel Kartodromo alle porte di Budapest, e ti aspetti di assistere ad una gara tutta basata sui cambi, pochi sorpassi, e trenini di vetture in gita…

E invece…. la pioggia, le gomme option (buone per il giro secco) e il DRS ci ha regalato un GP decisamente poco noioso.

Continua a leggere


Le pagelle della Germania

Nuova gara, e abbiamo avuto la conferma di alcuni segnali già emersi nelle ultime gare.

Prima conferma: due squadre si confermano le più brave a sviluppare le proprie vetture. McLaren e Ferrari sono state in grado di migliorare le prestazioni, e ora hanno a raggiunto le velocissime RedBull.

Seconda conferma: quando le case vanno male, una delle RedBull rimane fuori dal podio. Ma questo non impedirà a Vettel di confermarsi Campione del Mondo…

Ma passiamo ai voti! Continua a leggere


Presentazione GP di Germania

Mentre sono qui seduto a guardare il mare, vi tedio con la presentazione del prossimo GP. L’alternanza dei circuiti tedeschi per lo svolgimento del GP di Germania ci porta quest’anno nel tracciato nel nuovo Nurburgring. Qui si vince se l’autovettura che guidi é sufficientemente agile da permetterti di danzare nella successione di curve veloci che caratterizza questo tracciato. Quindi sufficientemente adesiva al suolo… vi ricorda una RedBull? Direi di si.
L’anno scorso vinse Alonso (però svolto all’Hochenheimring), mentre l’anno prima arrivò prima la lattina da corsa di Webber.
Le gomme che porta qui la Pirelli sono le soft e le medium, e per questo la Ferrari non parte svantaggiata. Qui si capirà meglio il progresso della Ferrari sulla RedBull, ritornata ad una gestione dei gas di scarico normale (per lei…).
Dei piloti in attività, 4 successi per Schumacher, 2 per Alonso e 1 per Webber e Hamilton.
L’anno scorso ci fu il famoso ordine di scuderia che fece rallentare Felipe a favore di Fernando (come é avvenuto nell’ultimo GP tra le 2 RBR) e che tante polemiche che ne scaturirono. Speriamo che quest’anno si torni a parlare di sorpassi e strategie, invece di regolamento…

Buona visione!
PS: la sera poi c’è Laguna Seca…


Le pagelle di Silverstone

Finalmente!

Alonso festeggia la sua prima vittoria del 2011

Lo so, sono di parte, ma non è come sembra :).

Cominciamo dall’inizio. Ci avete capito qualcosa sul cambio di regolamento? No? Tranquilli, neanche la Federazione, credo. Alla fine, oltre ad utilizzare la stesse impostazioni di centralina tra qualifiche e gara, non è più permesso tenere le valvole aperte quando si stacca il piede dall’acceleratore. E questo per rendere le Renault e le RedBull più “normali”. Ha funzionato? In prova non sembra, e in gara?

Passiamo ai voti.

Continua a leggere


Valencia, na valeva la pena?

Perchè così in ritardo? Semplice, mi sono quasi addormentato durante la gara!

Sarò breve: la pista non permette molto, e, senza la presenza di volonterosi lanciatori di secchi di acqua saponata in pista, non c’è speranza di avere uno spettacolo di gara automobilistica. Il glamour della location e le bellezze lungo il circuito non compensano la gara.

E’ stata una gara tirata, dimostrata dai pochi secondi che hanno separato i primi 2 concorrenti. Senza monitor dei tempi, la gara ha perso molto della sua bellezza, ma non è questo che mi aspetto dalla F1.

Le RedBull si dimostrano ancora le macchine da battere, ma la Ferrari nei circuiti cittadini non sfigura.

 

Ciao!

L.

 


Le pagelle del Canada

Questo weekend di motori sono stato un po’ disorganizzato, e non vi ho intrattenuto con l’anticipazione della gara di F1, ma non siete così fortunati, così ve la beccate ora 🙂

Il Gran Premio del Canada è uno dei miei preferiti quando gioco al PC; l’alternanza di curve e l’alta velocità di alcuni tratti rende la guida sempre impegnativa; ogni piccolo errore di valutazione fa’ perdere un sacco di tempo. Freni e gomme sono messe alla frusta, ed è facile farsi prendere dalla foga e trovarsi dopo poche tornate a “remare” per restare sullo (stretto…) nastro d’asfalto.

Continua a leggere